Il Vicino antipatico

L’avvento della tecnologia e la sua sempre maggiore presenza nelle nostre vite stimola di continuo la visione da vicino. Guardiamo foto e chattiamo con lo smartphone, a lavoro consultiamo documenti cartacei e passiamo molte ore al computer.

Queste abitudini sono in costante crescita e comportano un importante impegno sia per l’apparato visivo che per il sistema scheletrico-muscolare, che ne risultano affaticati e stressati.

Il nostro corpo e le nostre capacità, infatti, si sono evolute per consentirci di diventare abili cacciatori che inseguono una preda, e non individui intenti a leggere un libro, a guardare lo smartphone o a lavorare per ore al computer.

Ovviamente la soluzione non è mettere da parte le nostre conquiste culturali e tecnologiche per tornare all’età della pietra, perciò ecco 5 semplici consigli per imparare a gestire il lavoro prossimale dei tuoi occhi:

LA DISTANZA DI HARMON

  • Consigliamo di eseguire le tue attività da vicino ad una distanza uguale o superiore a quella di Harmon, la distanza minima per evitare un eccessivo stress visivo. Molto semplice da misurare, varia da persona a persona, ed è la distanza che intercorre tra la prima falange del dito medio e il gomito (tenendo il polso dritto).
  • Utilizzare un piano inclinato è fondamentale per mantenere la distanza di Harmon. Questo ti permette di affaticare meno il tuo corpo e il sistema visivo.
  • Il contrasto è un altro fondamentale aspetto. Di solito puoi leggere in modo confortevole con caratteri neri su fondo bianco, ma esplora altri contrasti, potresti scoprire contrasti più adatti a te! Altrettanto importante è la grandezza dei caratteri: usa almeno un corpo 12.

LA POSTURA DA SEDUTI

  • La sedia e la scrivania devono essere funzionali alla tua statura; fa in modo di poter appoggiare i piedi a terra, e gli avambracci sul piano di lavoro. Inoltre tenere sempre in ordine la scrivania, ti permette di svolgere movimenti comodi.

  • Di fondamentale importanza è la luce della stanza dove studi o lavori. Non mettere mai in ombra quello che stai leggendo e, se scrivi con la penna, fa in modo che la luce provenga dalla direzione opposta rispetto alla mano che utilizzi. Posizionati sempre di lato a finestre e non dare mai loro le spalle o la faccia per ottenere la migliore illuminazione.

Seguendo questi piccoli consigli puoi ridurre l’affaticamento visivo e dare il massimo mentre lavori o studi; questo ti permetterà anche di godere meglio il resto della giornata.

 

  • Ti aspettiamo nel nostro Centro Ottico di Perugia, in via Oberdan 46.

Recommended Posts